Home » News » Inno ad Ercole

“American

Inno ad Ercole

Anticamente, gli uomini prima di affrontare una battaglia o una prova decisiva, chiedevano aiuto agli dei. Il semidio che preferisco, che più di ogni altro identifico con la mia personalità è Ercole.
Figlio di Zeus  e della mortale Alcmena, famoso nel mondo antico per la determinazione con cui affrontò le sue dodici fatiche. A lui e ai grandi eroi dell’antichità, va il mio pensiero prima di ogni battaglia citando questo classico:

INNO ORFICO AD ERACLE
Eracle d’animo vigoroso, di grande forza, prode Titano, dalle mani potenti, indomito, ricco di fatiche imponenti, dalle forme cangianti, padre del tempo, eterno e benevolo, indicibile, d’animo selvaggio, molto pregato, onnipotente, che hai un cuore che tutto vince, forza grande, arciere, indovino, che tutto divori, di tutto generatore, fra tutti supremo, di tutti soccorritore, che per i mortali hai dato la caccia e posto fine alle specie feroci, desiderando la pace che nutre i giovani, splendidamente onorata, che da te stesso nasci, infaticabile, il migliore germoglio della terra, lampeggiante di scaglie primigenie, Paion di gran nome, che intorno al capo porti l’aurora e la nera notte, passando attraverso dodici lotte da oriente a occidente, immortale, esperto, infinito, incrollabile; vieni, beato, recando tutti i sollievi alle malattie, scaccia le malvage sciagure agitando il ramo nella mano, e manda via le Chere penose con velenose frecce alate.

“Inni Orfici, a cura di Gabriella Ricciardelli, Milano, Mondadori Fondazione Valla, 2000”

Contact Form Powered By : XYZScripts.com